Questo sito utilizza cookie tecnici ed analytics, anche di terze parti, per monitorare funzionalità, login ed accessi al sito. Se continui a navigare accetterai l’uso di questi cookie.

Newsletter Fisco e Tributi, in collaborazione con APINDUSTRIA Brescia; aggiornamento al 28 Giugno 2018

Pubblichiamo la Newsletter dedicata alle novità in materia fiscale e tributaria, realizzata in collaborazione con i colleghi di APINDUSTRIA Brescia ed il Dr. Luigi Meleleo, commercialista e consulente fiscale. Questi gli argomenti trattati nella newsletter:

 

NOTIZIE IN SINTESI

Modifiche agli studi di settore approvati per il periodo di imposta 2017

È stato emanato il provvedimento dell’Agenzia delle entrate che recepisce i ritocchi agli studi di settore approvati per il periodo di imposta 2017, tra cui quello relativo ad alcune territorialità, anche se l’aspetto più significativo è quello afferente l’introduzione dei righi da F41 a F44 per la corretta applicazione degli studi di settore da parte delle imprese minori in contabilità semplificata (ai sensi dell’articolo 18, D.P.R. 600/1973) che, secondo quanto previsto dall’articolo 66, D.P.R. 917/1986, determinano il reddito in base a un regime contabile improntato al criterio di cassa.

Modifiche ai parametri applicabili al periodo d’imposta 2017

È stato firmato il decreto del Ministro dell’economia e delle finanze 24 maggio 2018 che dispone la modifica dei parametri di cui all’articolo 3, commi da 181 a 189, della L. 549/1995, applicabili alle imprese in contabilità semplificata, al fine di tenere conto delle modifiche apportate all’articolo 66, D.P.R. 917/1986 e articolo 18, D.P.R. 600/1973 con decorrenza 1° gennaio 2017

Elaborazione degli indici sintetici di affidabilità fiscale (ISA) per il periodo di imposta 2018

L’Agenzia delle entrate ha approvato il programma delle attività di elaborazione degli indici sintetici di affidabilità fiscale applicabili per il periodo d’imposta 2018, ulteriori rispetto a quelli già approvati con il decreto ministeriale dello scorso 23 marzo 2018. Con il provvedimento n. 191552 del 22 settembre 2017 era stato approvato il programma di elaborazione degli indici per il periodo d’imposta 2017: a fine anno è intervenuta una disposizione che ne ha disposto la proroga di un anno, prevedendone l’applicazione a decorrere dal periodo d’imposta in corso al 31 dicembre 2018. Per tale ragione, il decreto del Ministero dell’economia e delle finanze del 23 marzo 2018 ha approvato 69 indici sintetici di affidabilità fiscale (la cui elaborazione era già prevista nel citato provvedimento del 22 settembre 2017) con decorrenza dal periodo d’imposta 2018. Con il provvedimento n.93467 sono state individuate le ulteriori attività economiche per cui elaborare gli indici sintetici di affidabilità fiscale applicabili per l’annualità 2018, tra le quali, è interessante osservare, compaiono anche quelle che attualmente sono soggette esclusivamente a parametri.

Disciplina fiscale dei componenti positivi derivanti da diritto di superficie a tempo determinato

L’Agenzia delle entrate ha individuato il trattamento Ires applicabile ai ricavi conseguiti per la concessione del diritto di superficie a tempo determinato su immobili. I costi sostenuti dal superficiario vanno iscritti nella voce “B8) Per godimento di beni di terzi”, alla stessa maniera dei canoni per la locazione di beni immobili e dei canoni per la locazione finanziaria di immobili. Si rileva, pertanto, una sostanziale equiparazione, dal lato dei componenti di reddito negativi, tra gli effetti contabili prodotti dal diritto di superficie e quelli prodotti dalla locazione. Questo conduce a ritenere corretta, dal lato dei componenti di reddito positivi, la rilevazione come ricavi dei canoni periodici spettanti per la costituzione del diritto di superficie a tempo determinato, che quindi concorrono alla formazione del reddito, ai fini Ires, anno per anno, in coerenza con il principio di derivazione rafforzata disciplinato dall’articolo 83, D.P.R. 917/1986

GIURISPRUDENZA, APPROFONDIMENTI RELATIVI A:

LA DEDUCIBILITÀ DELLE SPESE DI MANUTENZIONE
APPALTI DELLE OPERE DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA E SECONDARIA CON IVA AL 10%
I REQUISITI PER L’ACCESSORIETÀ DELLA PRESTAZIONE
L’INERENZA AI FINI IVA
UTILIZZO IRREGOLARE DEL PLAFOND E SOGGETTI RESPONSABILI DI IMPOSTA
INVIO TELEMATICO CON OBBLIGO DI CONFERIMENTO SPECIFICO
NON È UNA VIOLAZIONE FORMALE L’ERRATA COMPENSAZIONE PER MANCANZA DEI PRESUPPOSTI
RELATIVA LA MANCATA ISCRIZIONE AL VIES
LA FATTURA IRREGOLARE COMPORTA L’INDEDUCIBILITÀ DEI COSTI
IL CORRETTO AMMORTAMENTO FISCALE
DEDUCIBILITÀ DEI CREDITI ANCHE SENZA PROCEDURA PER LA DICHIARAZIONE GIUDIZIALE DI INSOLVENZA
SPESE DI RAPPRESENTANZA SENZA OBBLIGO DI RITORNO ECONOMICO
LA DEDUCIBILITÀ DEI CREDITI
ALTRI CHIARIMENTI DEL MISE SULL’IPER AMMORTAMENTO
DEDUCIBILE IL COSTO DEL TERRENO ACQUISTATO PER GIRARLO IN CONTO ONERI DI URBANIZZAZIONE AL COMUNE
DEDUCIBILITÀ CON OBBLIGO DI FUNZIONALITÀ ALL’IMPRESA
ONERE DELLA PROVA DELL’INERENZA A CARICO DEL CONTRIBUENTE
LA SPONSORIZZAZIONE È UNA SPESA DI RAPPRESENTANZA
LE SOPRAVVENIENZE PASSIVE DEROGANO AL CRITERIO DI IMPUTAZIONE
DEDUCIBILITÀ DEI COSTI CON PROVA DI INERENZA INERENTI LE SPESE PROGRAMMATICHE

NEWS!

  • Ultimi chiarimenti in tema di fattura elettronica
  • Distributori di carburante a elevata automazione: dal 1° luglio parte l’obbligo di trasmissione telematica dei corrispettivi
  • Nuovi chiarimenti in tema di split payment
  • La nuova comunicazione telematica delle operazioni transfrontaliere

APPROFONDIMENTI

Credito d’imposta R&S: nuovo intervento di prassi dell’agenzia

La Cassazione a sezioni unite riconosce la detrazione Iva per lavori realizzati su immobili di terzi

Tax free shopping: obbligo di fatturazione elettronica-Disposizioni attuative Servizio “Otello 2.0”

LO SCADENZIARIO

Principali scadenze dal 28 giugno al 15 luglio 2018

Informazioni aggiuntive