Questo sito utilizza cookie tecnici ed analytics, anche di terze parti, per monitorare funzionalità, login ed accessi al sito. Se continui a navigare accetterai l’uso di questi cookie.

PSR Toscana, 26 milioni di Euro per gli investimenti delle aziende agricole: scadenza il 4 luglio 2022.

FINALITA’ 

La Regione Toscana mette a disposizione delle aziende agricole contributi per sostenere investimenti materiali e immateriali per aumentare l'efficienza e la competitività aziendale.

BENEFICIARI  

Possono fare domanda come beneficiari gli imprenditori agricoli professionali, i così detti IAP, anche iscritti agli elenchi regionali a titolo provvisorio, e i soggetti a loro equiparati.

SPESE AMMISSIBILI:

  • la costruzioneo la ristrutturazione di fabbricati da usare per scopi produttivi o per farci locali di trasformazione e vendita dei prodotti agricoli;
  • gli interventi di efficientamentoenergetico dei fabbricati, serre comprese, sia migliorandone la coibentazione che l'efficienza degli impianti di riscaldamento e di raffreddamento;
  • la rimozionee lo smaltimento delle coperture in amianto, comprese quelle dei capannoni e delle rimesse;
  • la costruzione o il rifacimento di strutture per lo stoccaggio dei reflui zootecnicisia palabili che liquidi;
  • la realizzazione o la ristrutturazione di sistemi di recupero delle acque aziendali;
  • la realizzazione di miglioramenti fondiari, dagli impianti di coltivazioni poliennali, alle sistemazioni idrauliche agrarie, alle recinzioni per gli allevamenti;
  • l'acquistodi macchinari e attrezzature;
  • l'acquisto e la realizzazione ditarghe, cartelloni e poster per attività di informazione e di pubblicità;
  • l'acquisto di beni immateriali come softwaree siti web;
  • le spese generali.

ENTITA’ DEL CONTRIBUTO  

L'entità del contributo è del 40% delle spese sostenute per tutti i tipi di investimenti, comprese anche le spese generali. Il contributo poi può essere aumentato del 10% in caso di giovani agricoltori, di età inferiore ai 40 anni e di un altro 10% in caso di investimenti in zone montane.  

Il contributo minimo previsto è di 5mila euro, mentre il contributo massimo varia a seconda del numero degli occupati (compresi lo IAP, i coltivatori diretti, i dipendenti a tempo indeterminato, i soci lavoratori e i coadiuvanti) e dei possibili tirocinanti non curriculari.  

Nel dettaglio i contributi massimi sono di:

  • 150mila eurocon aziende che non ospitano tirocinanti;
  • 200mila europer aziende con meno di 3 occupati e che possono ospitare 1 tirocinante;
  • 250mila euro per aziende con più di 3 occupati e che possono ospitare fino a 2 tirocinanti;
  • 350mila europer aziende con più di 6 occupati e che possono ospitare fino a 2 tirocinanti.

È’ possibile richiedere l'anticipo del 50% del contributo concesso.

Le domande, complete della documentazione necessaria, devono essere inviate ad ARTEA entro il 4 luglio 2022.

Se sei interessato a sviluppare queste opportunità, chiama con fiducia CONFAPI Servizi Toscana Centro Srl ai seguenti recapiti:

CONFAPI SIENA 0577 938044

CONFAPINDUSTRIA FIRENZE 055 6266315

mail: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. 

Informazioni aggiuntive